Scarcerano profugo picchiatore, lui ne approfitta per accoltellare Carabiniere

Scarcerano profugo picchiatore, lui ne approfitta per accoltellare Carabiniere

Condivisione sui social networks
loading…


Scarcerano profugo picchiatore, lui ne approfitta per accoltellare Carabiniere

I calci e i pugni contro l’autista dell’autobus e poi la lama estratta all’improvviso dalla tasca dei pantaloni per colpire un carabiniere che era intervenuto.

 

Tre le persone rimaste ferite ad Azzano Decimo, Pordenone, per l’aggressione da parte di un cittadino del Burkina Faso, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine. Che si apprende essere un altro richiedente asilo.
Ieri mattina il si trovava fermo al capolinea, quando il 28enne africano ha cominciato a dare pugni contro la vetrata. L’autista ha aperto, e senza nemmeno tirargli un uovo, ha tentato di calmare l’immigrato.

Evidentemente scocciato da questo razzista tentativo di rivolgergli la parola, il migrante gli si è rivoltato contro con una raffica di pugni e calci prima all’interno e poi all’esterno dell’autobus, dove ha trascinato l’autista sorpreso da tanta violenza.

La furia si è fermata solo per l’intervento dei cittadini e all’arrivo dei carabinieri.

Ma mentre uno dei militari cercava di bloccarlo, questi ha estratto un coltello da cucina tentando di sventrarlo e ferendolo di striscio al costato. Un altro agente intervenuto è rimasto contuso mentre bloccava l’aggressore, che è indagato per violenze, lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

loading…



In Italia con un permesso regolare ma senza un lavoro – perché un disoccupato straniero ha il permesso di soggiorno? – e con un decreto di espulsione, qualche settimana fa era finito in manette per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato per cui era stato processato per direttissima. Patteggiata la pena, era tornato in libertà.

 

Sul caso era subito intervenuto ieri il ministro dell’Interno Matteo Salvini in attesa del decreto sicurezza annunciato entro settembre e contenente proprio una stretta contro i migranti che commettono reati

loading…


Navigando sul sito "Telegiornale" acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...